24 dicembre 2011

The Album of The Year 2011

Se l'importante è farcela, credo che, alla fine, ce l'abbiamo fatta.
Senza sorprese, solo ciò che mi è piaciuto, mi ha accompagnato e mi piace. Buon download, Buon Natale e Buon 2012 a tutti voi.

thanks ale

20 dicembre 2011

Onanrecords: I Migliori 10 + 5 del 2011


 
1. Girls - Father, Son, Holy Ghost
2. Miles Kane - The Colour Of The Trap
3. The Black Keys - El Camino
4. PJ Harvey - Let England Shake
5. Adele - 21
6. Foo Fighters - Wasting Light
7. Beady Eye - Different Gear, Still Speeding 
8. Noel Gallagher's High Flying Birds - Noel Gallagher's High Flying...
9. Kasabian - Velociraptor
10. Verdena - Wow

Quest'anno anche i 5 migliori album di quel genere (redivivo come non mai) che non si può nè confondere nè mischiare: l'Heavy Metal.



1. Mastodon - The Hunter
2. Ghost - Opus Eponymous
3. Opeth - Heritage
4. Megadeth - Th1rt3en
5. Skeletonwitch - Forever Abomination

19 dicembre 2011

The Top Of The Tops 2011

Ecco i risultati delle somma delle classifiche pubblicate
(Rough TradeMOJO, QNME, Uncut, Rumore, SpinRolling StoneTime, musicOMHBillboard, The Guardian, Pitchfork e Stereogum). 
PJ Harvey vince con un punteggio mai visto (100 pt), 3 donne nei primi 10 e ben 4 ex aequo.


1. PJ Harvey - Let England Shake (100 pt)
2. Bon Iver - Bon Iver (56 pt)
3. Adele - 21 (38 pt)
4. Jay-Z & Kanye West - Watch The Throne (31 pt)
5. Metronomy - The English Riviera (30 pt)
6. The Horrors - Skying (26 pt)
7. Fleet Foxes - Helplessness Blues (22 pt)
8. Florence & The Machine - Ceremonials (22 pt)
9. Fucked Up - David Comes To Life (22 pt)
10. Girls - Father, Son, Holy Ghost (22 pt)

17 dicembre 2011

Billboard Critics' Top Albums of 2011

1. Adele - 21
2. Bon Iver - Bon Iver
3. Jay-Z & Kayne West - Watch The Throne
4. Frank Ocean - Nostalgia, Ultra
5. Drake - Take Care
6. Fucked Up - David Comes To Life
7. The Weeknd - House of Balloons
8. Florence & The Machine - Ceremonials
9. James Blake - James Blake
10. The Joy Formidable - The Big Roar


E con questa abbiamo finito.
PJ Harvey ha 5 primi posti, 3 secondi ed è presente in 12 classifiche su 14. Quale sarà stato mai l'album preferito dalla critica nel 2011?

The Guardian Best Albums of 2011

1. PJ Harvey - Let England Shake
2. Katy B - On A Mission
3. Frank Ocean - Nostalgia Ultra
4. Beyonce - 4
5. Bon Iver - Bon Iver
6. James Blake - James Blake
7. Metronomy - The English Riviera
8. The Weeknd - House of Balloons
9. Rustie - Glass Swords
10. tUnE-yArDs - whokill

16 dicembre 2011

Pitchfork Top 10 Albums of 2011

1. Bon Iver - Bon Iver
2. Destroyer - Kaputt
3. M83 - Hurry Up, We're Dreaming
4. PJ Harvey - Let England Shake
5. Girls - Father, Son, Holy Ghost
6. Oneothrix Point Never - Replica
7. tUnE-yArDs - whokill
8. Drake - Take Care
9. Real Eastate - Days
10. The Weeknd - House of Balloons

15 dicembre 2011

Stereogum Top 10 Albums of 2011

  1. Girls – Father, Son, Holy Ghost
  2. Drake – Take Care
  3. Bon Iver – Bon Iver
  4. Fucked Up – David Comes To Life
  5. The Weeknd – House Of Balloons
  6. Gang Gang Dance – Eye Contact
  7. EMA – Past Life Martyred Saints
  8. PJ Harvey – Let England Shake
  9. A$AP Rocky – LiveLoveA$AP
  10. Kanye West & Jay-Z – Watch The Throne
Finalmente un primo posto all'altezza

14 dicembre 2011

Time Best Albums of 2011


Incredibile: The Black Keys

1. Adele - 21
2. Florence & The Machine - Ceremonials
3. Kanye West & Jay-Z - Watch The Throne
4. PJ Harvey - Let England Shake
5. Frank Ocean - Nostalgia, Ultra
6.  tUnE-yArDs - w h o k i l l
7. Caitlin Rose - One Side Now
8. Beastie Boys - Hot Sauce Committee Pt. 2
9. The Civil Wars - Barton Hallow
10. The Black Keys - El Camino

13 dicembre 2011

musicOMH Top 10 Albums of 2001


Qualcuno ha ancora dei dubbi su quale sia l'album dell'anno per la critica?


1. PJ Harvey - Let England Shake
2. Metronomy - The English Riviera
3. Wild Beasts - Smother
4. tUnE-yArDs - w h o k i l l
5. Bon Iver - Bon Iver
6. The Antlers - Burst Apart
7. The Horrors - Skying
8. Björk - Biophilia
9. St Vincent - Strange Mercy
10. King Creosote & Jon Hopkins - Diamond Mine

Spin Best Albums of 2011

1. Fucked Up – David Comes To Life
2. PJ Harvey – Let England Shake
3. EMA – Past Life Martyred Saints
4. Kurt Vile – Smoke Ring For My Halo
5. Girls – Father, Son, Holy Ghost
6. Danny Brown – XXX
7. The Rapture – In The Grace Of Your Love
8. G-Side – The One…Cohesive
9. Wild Flag – Wild Flag
10. Lykke Li – Wounded Rhymes

12 dicembre 2011

Rolling Stone Best Albums of 2011

La prima classifica senza PJ Harvey.
1. Adele – 21
2. Jay-Z & Kanye West – Watch The Throne
3. Paul Simon – So Beautiful Or So What
4. Fleet Foxes – Helplessness Blues
5. Radiohead – The King Of Limbs
6. Lady Gaga – Born This Way
7. The Decemberists – The King Is Dead
8. Wilco – Whole Love
9. Wild Flag – Wild Flag
10. Robbie Robertson – How To Become...

6 dicembre 2011

NME Best Albums of 2011

1. PJ Harvey - Let England Shake
2. Metronomy - The English Riviera
3. The Horrors - Skying
4. Wild Beasts - Smother
5. Kurt Vile - Smoke Ring For My Halo
6. Arctic Monkeys - Suck It And See
7. St Vincent - Strange Mercy
8. Katy B - On A Mission
9. Tune-Yards - Whokill
10. Wu Lyf - Go Tell Fire To The Mountain

3 dicembre 2011

MOJO Top Albums of 2011

1. PJ Harvey – Let England Shake
2. The Horrors – Skying
3. Fleet Foxes – Helplessness Blues
4. Jonathan Wilson – Gentle Spirit
5. Kate Bush – 50 Words For Snow
6. White Denim – D

7. Josh T Pearson – Last Of The Country...
8. Anna Calvi – Anna Calvi
9. Tom Waits – Bad As Me
10. Wild Beasts – Smother

2 dicembre 2011

Noel Gallagher - Alcatraz, Milano - 28/11/11

C'era anche Macca, ma alla fine abbiamo scelto di venire qui. Non perché sia possibile un confronto tra i due; semplicemente perché il nostro Paul è stato Noel (pensate che tristezza se ci fosse toccato uno che si chiama Chris). E poi volevo sentire Talk Tonight, che con gli Oasis non c'era già più la possibilità da quel dìNe è valsa la pena.
Apre It's Good To Be Free. Noel canta in modo esemplare e si mostra adulto quanto la nostalgia di una Supersonic acustica. If I Had A Gun l'unica delle canzoni soliste all'altezza di tanto passato. All'unisono Don't Look Back In Anger chiude. E' ciò che conta.

Rumore Top Albums 2011

1. James Blake - James Blake
2. PJ Harvey - Let England Shake
3. Bon Iver - Bon Iver
4. Fleet Foxes - Helplessness Blues
5. Verdena - Wow
6. Radio Moscow - The Great Escape of...
7. I Cani - Il Sorprendente Album d'Esordio
8. The Rapture - In The Grace of Your...
9. Saviours - Death's Procession
10. Danava - Emisphere of Shadows

1 dicembre 2011

Uncut Best Albums of 2011

1. PJ Harvey – Let England Shake
2. Gillian Welch – The Harrow & The Harvest
3. Metronomy – The English Riviera
4. White Denim – D
5. Josh T. Pearson – Last Of The Country...
6. The Horrors – Skying
7. Radiohead – The King Of Limbs
8. Wild Beasts – Smother
9. Bon Iver – Bon Iver
10. The War On Drugs – Slave Ambient

30 novembre 2011

Q Best Albums of 2011

Tre donne sul podio.
1. Florence & The Machine – Ceremonials
2. PJ Harvey – Let England Shake
3. Adele – 21
4. Bon Iver – Bon Iver, Bon Iver
5. Coldplay – Mylo Xyloto
6. Jay-Z & Kanye West – Watch The Throne
7. Arctic Monkeys – Suck It And See
8. St. Vincent – Strange Mercy
9. WU LYF – Go Tell Fire To The Mountain
10. Elbow – Build A Rocket Boys

25 novembre 2011

Rough Trade Shops Best Albums of 2011

 Che barba!



  1. Josh T. Pearson - Last of the Country Gentlemen
  2. Nicolas Jaar - Space Is Only Noise
  3. Kurt Vile - Smoke Ring For My Halo
  4. Gillian Welch - The Harrow & The Harvest
  5. PJ Harvey - Let England Shake
  6. Veronica Falls - Bad Feeling
  7. Zomby - Dedication
  8. John Maus - We Must Become The Pitiless...
  9. The Head And The Heart - Self-Titled
  10. White Hills - H-p1

8 novembre 2011

I soliti idioti

Quelli che riempiono la fila davanti, i teppistelli che bestemmiano ad alta voce e lanciano popcorn ovunque, non ridono. Sembra siano venuti perché bisogna, ma sono sempre fuori tempo e si godono solo l'intervallo. Si divertono invece i ragazzini (e le tante ine) dalla faccia più sveglia e dai modi più composti. Concita teme quindi che il film possa nuocere ai soliti idioti o peggio che non siamo neppure degni di un "Little Britain de noantri"? Da parte mia la ringrazio di avermi fatto divertire.

27 ottobre 2011

Noel Gallagher's High Flying Birds

122.000 copie vendute in una settimana, come se internet non fosse mai esistito. La prova della "Retromania" di Simon Reynolds. D'altra parte, se gli Oasis (ultimi generazionali in termini di popolarità) già all'epoca venivano considerati dei contemporanei del passato, figurarsi il dad-rocker in persona: Noel Gallagher. E ora, proprio per questo, quella generazione non può che comperare il suo disco nello stesso retro-style che si deve a chi retro-rappresenta ciò che si è amato e posseduto. Coloro che cercano qualcosa di diverso, o peggio ancora di nuovo, si rivolgano dove già si rivolgevano prima. Qui, per noi nostalgici, la cosa "vive".
Com'è? Molto solista, ritmicamente ripetitivo, ben arrangiato, piacevolissimo e con quel tocco unico per la melodia memorabile che gli ritorna in If I Had A Gun.

8/10

21 ottobre 2011

This Must Be The Place

Sorrentino, il migliore che abbiamo, in "This Must Be The Place" non si supera ma prova ad adattare il proprio occhio all'esperienza straniera: meno visionario, più fotografico. Le immagini di Luca Bigazzi sono puro piacere continuo e tengono assieme una storia che altrimenti non ci starebbe. Sean Penn, qui bravissimo, è più Rock del regista e il suo Cheyenne lotta per essere la Star decadente (sempre troppo poco per noi che immaginavamo la biografia di Robert Smith) che Sorrentino vorrebbe solo strumentale al guardare altrove. Molti momenti divertenti. Un'ultima mezz'ora da urlo e un Harry Dean Stanton (tributo a Paris Texas?) da strapparsi i capelli. Il videoclip con i Talking Heads bisognava tagliarlo.

19 ottobre 2011

Drive

Film di macchine insolitamente gradito alle fanciulle (Gosling strafigo, mi dicono). Ottimi effetti sonori. Efficacissimi silenzi. Regia superlativa, piena di raffinatezze e "movimenti" che sei sempre li che pensi: ma quanto bravo è sto Refn e quanto dovrò dire che mi è piaciuto. Nonostante la debolezza del plot e quell'atmosfera anni '80 a la In For The Kill di La Roux che non mi emoziona.

12 ottobre 2011

Beady Eye - Gran Teatro, Padova 08/10/11

La grinta da rivalsa dell'esordio se n'è andata, ora bisogna fare i conti con la fatica di riempire i teatri. I ragazzi suonano eccome, Liam (gli anni passano anche per lui) si impegna responsabilmente, ma l'idea della band è andata un po' scemando. Diciasette (tutto "Different Gear, Still Speeding" compresa ogni b-side e bonus track disponibile) onestissime canzoni Faces-like e il coraggio di resistere 90 minuti alla tentazione del botto facile che una "cover" degli Oasis provocherebbe. Ottime le code strumentali di Wigwam e Morning Son. Bel concerto Rock'n'Roll (il primo con Francesca sulle spalle), ma più di così i Beady Eye non decolleranno. Aspetteremo con loro che anche Noel atterri.

foto

6 ottobre 2011

Lutto

Mi stavo facendo la barba, l'ho sentito alla radio, commosso sono corso fuori per dirlo ai miei cari.
Oggi se ne è andato il Cristo dei non credenti e sono tristissimo.

4 ottobre 2011

A Dangerous Method

Keira Knightley nelle snervanti crisi isteriche sembra Alien e questo (molto mal riuscito) pare l'unico elemento esteticamente Cronemberghiano del film. Eppure, lontano dalle lungaggini del cinema biografico, "A Dangerous Method" mostra, con inaspettato quanto scorrevole rigore formale, tutte le tensioni e le ossessioni del regista canadese. Sesso, violenza e morte sono stavolta misurati nella mente anziché sulla carne. Un esercizio intellettuale che passa attraverso l'intensità delle interpretazioni dei protagonisti (Viggo Mortensen troppo "texano" per essere Freud) esagerando forse nella sintesi dei temi sfiorati: psicoanalisi, psichiatria, religione, mortalità della sessualità...
Freud a Jung mentre sbarcano in America: "Non sanno che stiamo portando loro la peste".

27 settembre 2011

Un quarto di secolo senza Cliff

Non ho mai capito che senso abbia celebrare i compleanni degli scomparsi. Ma 25 anni fa, oggi, Cliff Burton se ne andò. E io quel giorno (o meglio: quello successivo; c'era la radio, mica internet) me lo ricordo benissimo.

26 settembre 2011

Lou Reed & Metallica - The View

Lars Ulrich recentemente ha detto che "St. Anger" un giorno sarà rivalutato negli stessi termini accaduti per "Born Again" dei Black Sabbath. Paragone affascinante.
Ascoltando The View non si può non pensare a "St. Anger" e la mia prima impressione è che Lou Reed sia ciò che a quel disco è sempre mancato. Leggo giudizi molto negativi. Mi piace.

21 settembre 2011

Carnage

Un gelido avanzo di torta casalinga di mele e pere a grossi pezzettoni in pirofila di vetro. Di quelle che non puoi rifiutare se sei ospite a casa dei genitori del coetaneo che tuo figlio ha "sfigurato". Una bella Coca Cola calda e Bam! Il gioco è fatto. Addio Kokoschka. Quattro veri protagonisti, rinchiusi tra quattro pareti, si massacrano di battute. Teatro? Macchè, la sensazione di stare davanti ad un palcoscenico è proprio quella che Polanski riesce a non far provare mai. Non un capolavoro, un magnifico esercizio di stile.

19 settembre 2011

Contagion

Una parata di Star che muoiono senza nulla ce ne importi.
Da evitare come la peste.

18 settembre 2011

Shame

Visto alla Mostra, l'eccellente prestazione (con e senza virgolette) di Fassbender aveva lasciato intuire non ci sarebbero stati attori protagonisti più dotati. Il film è tutto costruito su di lui, si perde quando le relazioni sono con gli altri. Il sesso è sempre straziante (in particolare a tre) e impressiona; Steve McQueen ha occhio e prospettiva, anche per la New York notturna, ma la sceneggiatura singhiozza.

5 settembre 2011

I-Day Festival - Bologna, 03/09/11

Kasabian gravemente insufficienti. Più che un live sound un pastoso pasticcio senza impatto. Nessun alibi: dallo stesso PA gli Arctics poco dopo si sarebbero sentiti in modo opposto. Colpa del tecnico del suono? Sarà, ma un tecnico del suono all'altezza (e loro non ce l'hanno mai) è responsabilità di chiunque scelga di suonare fuori da uno studio. E comunque Serge la pianti di provare a cantare.
Arctic Monkeys semplicemente fantastici. Al solito algidi ed impersonali nello spettacolo, ma musicalmente pieni e compatti. Le armonie degli ultimi due album a mostrarli (con maggior chiarezza che su disco) più interessanti e completi in questa versione che nel rincorrere la precedente. Vi piaccia o no: gli ultimi migliori.

28 agosto 2011

GTA outdoors

Dopo la più completa dissociazione del mondo musicale rock dalle rivolte inglesi di qualche settimana fa. Neppure Morrissey è riuscito a dire qualcosa a favore e NME ha dedicato copertina e tanto di editoriale per prenderne le distanze (proprio quando sul numero precedente inneggiava alle "White Riots" dei Clash). Jarvis Cocker ieri sera: 'They weren't rioting, they were just playing Grand Theft Auto outdoors.'

5 agosto 2011

Arctic Monkeys - Suck It And See

Copertina presuntuosa non trattandosi nè di un capolavoro nè di una raccolta di b-sides. Per una buona metà l'idea che si sono messi in testa stavolta è quella del Morrissey solista (parlo di struttura non di intonazione). Meglio che quella di Richard Hawley, ma l'excursus sulle molteplici forme di melodia britanniche Alex Turner dovrebbe tenerla per le sue collaborazioni esterne, gli Arctics sono le chitarre fumanti (Brick By Brick, Don't Sit Down 'Cause I've Moved Your Chair) che tanto non piacciono ai loro detrattori.

7/10

25 luglio 2011

Noel Gallagher - The Death Of You And Me (video)

Ho continuato a chiedermi a quale pezzo di Toto Cutugno si ispirasse lo scarto da "Don't Believe The Truth" scelto da Noel come debutto della sua carriera solista. Poi fortunatamente Fabio De Luca ha illuminato la mia scarsa conoscenza del repertorio italiano.
Macchè Toto Cutugno: Celeste Nostalgia di Riccardo Cocciante.

24 luglio 2011

Amy Winehouse 1983-2011

La vidi due volte. Fu due volte una delusione. Ma era una Star e la sua voce davvero straordinaria. Come per tutti i veri fuori classe non si poteva pretendere: i bassi sono stati equivalenti all'inarrivabilità dei propri alti. In modo incompiuto, fuoriclasse fino in fondo è uscita.
Grazie di tutto bellissima Amy.

7 luglio 2011

The Big 4 - Rho (MI) 06/07/11

Lo stesso giorno del concerto di PJ Harvey. Ci penso un attimo, realizzo che dal 1987 non è mai successo che non sia andato a vedere i Metallica, che a mio figlio di PJ Harvey non potrebbe fregare di meno e che il Big 4 sarà anche il fondo del barile ma dentro quel barile c'è la mia vita. Non ci penso più.
Caldo infernale e fatica come giusto che sia. Il pubblico è sterminato, quello degli eventi: "io c'ero".
Anthrax poco convincenti fino a metà, poi inaspettatamente appare Scott Ian (unica data in cui, dice, accadrà) e diventano gli Anthrax.
Megadeth in forma, Dave Mustaine di ottimo umore, un inedito niente male (Public Enemy n.1), grandi.
Slayer la solita garanzia, anche se al sole i "non classici" si sciolgono un po', War Ensemble, South Of Heaven, Raining Blood, Angel Of Death stendono.
Metallica e la loro miglior scaletta di sempre. Nessun brano da "Load" e "Reload", nessuno da "St. Anger", solo la splendida All Nightmare Long da "Death Magnetic" e soprattutto no: Nothing Else Matters. Fantastico. Seek & Destroy al posto giusto e The Call Of Ktulu, perchè sarà anche un mega concerto, ma è un mega concerto per chi sa. Die, Die My Darling (Misfits) assieme agli altri Big 3, Creeping Death in chiusura. Tutto perfetto. Kirk Hammett pulito come non mai, Trujillo composto, Lars preciso (basta con sta storia) e James, beh James...
Altro che qui, forse meglio di qui.
Ho comperato la maglietta. Non lo facevo dal '91.