21 gennaio 2007

The View - Hats Off To The Buskers

Scozzesi, di Dundee. Amici dei Primal Scream. Giovanissimi, sporchi, sempre ubriachi. Giocano a fare i cattivi. Già in copertina a NME come promesssa 2007. Un batterista arrestato con Pete Doherty a bordo di una macchina rubata. Per produttore l'impastato e rumoroso Owen Morris (Definitely Maybe e Whats The Story...) e si sente. Risultato? Una sorta di Fretellis un po' più genuini (ma che importa?) dalle facce più simpatiche.
The View sono abili nell' individuare melodie efficaci (Wasted Little Djs e Don't Tell Me) non altrettanto nel tenere una direzione. Rincorrono con successo gli La's ma purtroppo li confondono tra tribuiti ai Pistols (Skag Trendy), "scarti" dei Libertines (The Don e Dance Into The Night) e addirittura giovanilistico ska-punk (Wasteland).
Peccato. Un disco a tratti piacevolmente inutile con un pezzo irresistibile: Street Lights.

5/10

intero disco su myspace

7 commenti:

Bluto ha detto...

Già non ero invogliato ad ascoltarlo. Tu hai dato il colpo di grazia.

:D

luca ha detto...

Street Lights la consiglio però.
Su Myspace c'è tutto il disco quindi la potete ascoltare senza neppure la fatica di scaricarla.

Bluto ha detto...

Grazie della dritta.

blago ha detto...

io ne avevo parlato alla fine dell'anno scorso quando giravano i primi 2 singoli. Qualche pezzo bello c'è, ma l'album intero secondo me non regge, concordo col tuo voto. Ma in inghilterra li stanno già spingendo tantissimo. Poster promozionali appesi un po' ovunque, hype nei negozi di dischi,...

off topic:la scala è un posto magnifico ;-)

blago ha detto...

riguardo all'off topic di prima: ovviamente mi riferivo alla "Scala" il locale di londra...

luca ha detto...

Ieri il singolo Same Jeans infatti è entrato diettamente al terzo posto della chart.
L'album è uscito oggi e credo venderà bene, alcuni pezzi sono davvero azzeccati ma nel complesso non me la sono sentita di dargli la sufficienza.

La Scala, a quanto so, è il Super Club Indie del momento. Non "adolescenziale" quanto il Koko. In più sabato sera dovreste esservi beccati un DJ set dell'ultimo momento dei Klaxons.

blago ha detto...

si onan il koko, a giudicare dalla fila fuori si aggira su una popolazione di 16-18enni in media...quanto al presunto djset dei klaxons (che non erano in cartellone ma portrebbero aver regalato una sorpresa)ce li siamo persi insieme a metronomy causa spostemante con night bus per raggiungere la stazione e poi l'aereo...problemi di orari purtroppo e loro suonavano verso le 3...