9 maggio 2009

My friday nights - 08/05/09

Solo dopo aver recuperato l'imperdibile puntata di Annozero ed aver apprezzato l'incontenibile simpatia dell'artista Castellitto all'Era Glaciale (roba da rimanere sedotti da Zaia al confronto), ieri sera da Jools Holland:

La fantastica Peeled Apples (cliccate) dei Manic Street Preachers, il resto della loro performance, l'intervista a Nicky Wire e Green Onions del leggendario Booker T. C'erano anche i newyorkesi Grizzly Bear, ma quelli se vi interessano ve li cercate.

4 commenti:

leo ha detto...

Già, Castellitto è stato proprio odioso ieri sera. Gente così, con la presunzione di un Cesaroni, squalifica l'intero scenario culturale di un Paese e da pretesti a chi continua ad attaccare una certa cultura di sinistra

onan ha detto...

leo: l'artista! E quando al mattino l'auto blu viene a prelevarci fuori dalla nostra casa di artisti diciamo ai nostri figli: papà va a lavorare.

modesty ha detto...

insomma ancora non so chi sia sto castellitto. e neanche faccio ricerche. tanto avete detto che è uno palloso.

but! I like the idea not being the only one out here watching jools. since when and why do YOU like it?

let's roll!

onan ha detto...

modesty: gli applausi scroscianti che si è beccato durante l'intervista fanno pensare che non tutti la pensino come me e Leo.
Jools Holland lo seguo penso da una decina d'anni. Later fu una delle ragioni che mi spinsero a montare una parabola per vedere la BBC.