16 febbraio 2007

In my backyard

Qualcuno dice 50.000. Altri osano 80.000.
Di certo tanta gente, come quella attesa domani, qui a Vicenza la si era vista solo in un paio di altre occasioni che non avevano richiesto lo spiegamento di 2.000 forze dell'ordine: l'adunata nazionale degli Alpini e la visita del Papa.

Da giorni ormai il nome della quieta e assopita città del Palladio campeggia insolitamente in ogni media.
Domani mezza Italia guarderà incuriosita cosa accadrà in un luogo ai più ignoto.
Un "regno democristiano" dove le ragioni di quartiere sfileranno a fianco dell'inestirpabile antiamericanismo.
Penso proprio uscirò a dare un'occhiata.

4 commenti:

federico ha detto...

Il clima è stato molto avvelenato, spero con tutto il cuore che non succeda nulla. Come la vivete li? c'è tensione?
In ogni caso, se abitassi a Vicenza andrei, ma assolutamente non per manifestare. ;)

federico ha detto...

Solo per dare un'occhiata come dici tu.
Ci saranno in prima fila i soliti professionisti della contestazione come Casarini, e l'uomo all'opposizione di tutti i governi chiamato Beppe Grillo. :D

luca ha detto...

Sono stato un paio di volte in città oggi. Non ho avvertito alcuna particolare tensione. Sembra quasi che non stia per accadere nulla.

Si Beppe Grillo, Casarini e il nostro ex sindaco DC Achille Variati tutti assieme........

federico ha detto...

Insieme stanno proprio bene. Hanno in comune una cosa: sfilano per proprio tornaconto personale, e basta. :D