5 gennaio 2007

Anche Lapo è Indie

Quando l'anno scorso Lapo inciampò nel fattaccio, nonostante la mia precedente indifferenza, provai una certa simpatia per il personaggio.
In un mondo dove impera il gusto "vanziniano" mi aveva colpito il carattere Pasoliniano dell'accaduto.
Il suo desiderio di perversione decadente e pericolosa. Il suo volersi confondere con le periferie del degrado quando ogni appartenente al suo rango preferisce consumare le stesse gesta protetto al sicuro dei propri palazzi.
Il ragazzo più in vista di Torino che anzichè farsi servire a domicilio va dove i "fifoni" non vanno perchè là gli piace andare. E là, dove il pericolo esiste, quella sera nel naso non gli sale la solita coca ma una botta di ero. Un incidente o una serata particolare. Ha poca importanza.
Sulla questione Matteo Bordone ha scritto un post al quale non mi sento di aggiungere altro.
La penso proprio così anch'io.
Non fosse per questa apparizione televisiva che ho caricato su YouTube.
Il ritorno di Lapo Elkann, a braccetto di Francesco Giorgino, a parlare di Italia Independent....

12 commenti:

federico ha detto...

Grazie per il link, doppio per giunta! ;)
Lapo Elkann mi sta indicibilmente sulle balle. Diciamo che dalla vita ha avuto più di quanto meritasse, e che non ha fatto nulla per essere così "personaggio".
E' il Paris Hilton italiano.
La foto è favolosa! :D

Leo ha detto...

Io invece spero che continui a farsi, magari con più discrezione. Ho letto l'intervista ieri su Repubblica e l'ho trovato un pò banalotto. sempre quelle frasi "andare avanti" "non guardarsi indietro" "girare pagina" "ripartire dagli errori"....... Kissinger ritratto come una comprensiva paterna guida spirituale....ma vaffanculo.... un pò come quegli ex tossici che smettono di farsi ma smettono pure la testa, come quelkli che escono di comunità e diventano pericolosissimi integralisti cattolici. Vi risparmio poi l'orrendo design degli occhiali I I fotografati al centro dell'articolo

blago ha detto...

bel titolo...;-)

Bluto ha detto...

Hai detto tutto tu. Condivido!

BLEEK ha detto...

Ahh Lapo...
cosa intendevi con blog reactions su freddy?

luca ha detto...

L'intervista su Repubblica ha il merito di far emergere la diferenza tra coca ed eroina. E' una confessione dell'acccaduto e per questo per quanto banalotta la trovo interessante per le ragioni spiegate nel post di Bordone.
E' lo spot del suo "preogetto" di Italia Indiependent al TG1 che è indigeribile. E poi uno che si cura di immagine che mi sceglie Giorgino per il suo ritorno....

bleek:
sul commento da Freddy Nitzsche ho scritto così perchè un post su un blog diverso che parla di quel post dovrebbe far "accendere" l'indicatore della blog reaction. Ma evidentemente o non funziona così oppure io non so come essere conteggiato da technorati

ste ha detto...

Non l'ho mai digerito...
idee poche... soldi tanti...
ci manca la nuova linea di occhiali...

SI SALVI CHI PUO'!!!!!!!!

bleek ha detto...

Provato a pingare manualmente su tech?

luca ha detto...

Fatto. Funziona. Grazie bleek!

Carletto Darwin ha detto...

Luca, l'ho scritto anche da Matteo. Questa cosa della differenza tra eroina e cocaina è un po' una balla.
Il mix delle due è conosciutissimo, è lo speedball. Non è un caso, un errore o un taglio riuscito male. È una cosa potentissima.

luca ha detto...

Tu hai ragione Carletto.
Io però non intendevo che questo fosse necessariamente un errore, intendevo solo che, come dice Matteo, in quell'intervista a repubblica Lapo nominava finalmente la parola eroina. Diversamente da quanto poi fatto nella "magnifica" intevista al TG1.

Carletto Darwin ha detto...

Quello è vero. D'altra parte all'epoca non si parlò di overdose di cocaina, ma di cocktail a base di cocaina. Che è poi lo speedball..