14 novembre 2006

Ferretti da Ferrara

Per me è esistito solo un gruppo rock italiano: i CCCP.
Del resto non mi è mai interessato nulla. CSI compresi.
Ieri sera Giuliano Ferrara ad Otto e Mezzo teneva in mano il 45 giri di Ortodossia.
Davanti a lui c'era Giovanni Lindo Ferretti.

Ditemi pure ciò che volete, è stato emozionante.

Qui c'è l'intera puntata in streaming.

10 commenti:

blago ha detto...

l'ho vista anch'io la puntata. Bè diciamo che ferretti mantiene ancora un buon carisma, probabilmente bisognerebbe leggere il libro per capire bene l'evoluzione del personaggio.

alla fine della puntata la battuta vien facile e scontata...bella tavolata di ex PCI :-)

luca ha detto...

Si Il Carisma.

Io non credo che l'evoluzione del personaggio sia in grado di "convertirmi". Non mi piacciono i PGR e non mi piacevano neppure i CSI.

Però i CCCP.....

Il fatto è che i CCCP non sono mai stati veramente "comunisti". Erano pura estetica.
Ma questo molti non lo capivano neppure allora.
Quando lo capivano li cacciavano a sassate dai centri sociali.

Illuminante e magnifico è il libro in cui Ferretti e Zamboni si raccontano ad Alberto Campo:
CCCP Fedeli Alla Linea dai CCCP ai CSI (ed: Giunti)

Anonimo ha detto...

ho visto Lindo, è mi è sembrato soavemente rincitrullito e al contempo con uno sguardo sinistramente folle... ciò non toglie che Giuliano con Ortodossia in mano, è un'immagine cult. Apriamo un dibattito sull'intramontabile glamour della soviestetica?

Alberto

luca ha detto...

Non so se sia intramontabile.
Ora che tutto ciò non esiste più.....

Diventa tutto un po' "Trabant" o targa della "DDR" da portare a casa per turisti a Berlino post caduta del muro.
Fa anche un po' U2.

All'epoca dei CCCP il muro esisteva.

Anonimo ha detto...

Forse ieri sera tutti "noi" fan di ferretti avremmo dovuto capire che è arrivato il momento di fottersene finalmente di ferretti.
Per troppo tempo una certa cultura pendeva dalle sue labbra.
Ora o ci si rimbocca le maniche o si affoga.

luca ha detto...

Secondo me non si è mai più emersi dopo i CCCP.

Ma so di essere troppo caustico.

Per molti, che nell 84-87 erano troppo giovani, poi ci sono stati i Marlene no?

Michele ha detto...

La realtà è che ormai siamo tutti più vecchi e personaggi come Ferretti o i citati Marlene, che tanto abbiamo mitizzato in gioventù, ora si presentano con un volto nuovo, più maturo e consapevole. Certamente hanno perso quel fascino punkettone di allora... ma se fossero rimasti con quell'immagine ora li troveremmo ridicoli. Approvo l'evoluzione di entrambi perchè mi permettono di rispecchiami ancora su di loro.
Ciao Luca... a presto

luca ha detto...

Meglio Ferretti papista o i Marlene slow?

(ciao michele)

Michele ha detto...

Devo prima leggere il libro di Ferretti e poi dico la mia... sono un democristiano non mi sbilancio così facilmente... chi mi conosce lo sa... ;-)
meglio Anthony and the johnsons comunque... non c'entra nulla con gli altri 2 ma ormai preferisco ascoltare dell'altro.

luca ha detto...

Io sono pure andato a vederlo al Teatro Romano a VR.

Che delusione.