15 settembre 2009

Palinsesti

A parte l'eccellente scelta di Rai 3 di mandare in onda il film "La Caduta" con Bruno Ganz (detto tra noi, molto meglio di Ballarò), su Italia 1 Silvio non si è accorto che la vera cosa da bloccare era "Dirty Dancing" in memoria di Patrick Swayze.
Senza neppure saperlo, il premier si sta giocando metà audience televisiva femminile nazionale con le proprie mani.

14 commenti:

leo ha detto...

Non solo donne, i delusi tifosi rossoneri, già da tempo incazzati con B. hanno potuto seguire la prima partita decente del Milan da mesi a questa parte, alla faccia di B. stesso che sì è perso la partita col Marsiglia per sparare questa marea di cazzate, una vera nemesi per B.

ale ha detto...

Ahahah! Verissimo! Nel senso di "vero", non del programma...

modesty ha detto...

rai due: l'ispettore coliandro.
e non discutere! è troppo bello!

:) rainy love, mod

Joyello ha detto...

Leo, "marea di cazzate"? Quindi tu l'hai guardato? Oppure vai sulla fiducia? :)

leo ha detto...

Joy: ovviamente vado sulla fiducia, tutte le premesse che hanno portato all'evento non potevano che far pensare a questo, eppoi essendo da 30 anni tifoso rossonero sono oramai immunizzato dalle cazzate di B., come un bravo stopper ne so prevedere ed anticipare i movimenti (come ex-allenatore dell'Edilnord è scarsetto comunque....). La vera opposizione a B., Joy, è quella rossonera, tifoseria storicamente di sinistra purtroppo ultimamente un po' più a destra, che comunque ha fatto perdere un buon 2-3% alle ultime europee a causa dell'affaire-Kakà di certo meno innocuo di Fini. Meno berlusconismo più milanismo

Joyello ha detto...

Tu dici? Io ho sempre pensato che l'accoppiamento calcio-figa (due cose di cui mi interesso poco) fossero il binomio perfetto per garantire a silvietto un successo più o meno eterno.
ma probabilmente mi sbaglio, dal momento che a sostenere il "parrucca" ci sono anche moltissime donne, solitamente meno affascinate dal binomio di cui sopra.
:)
Ma tra l'altro...qualcuno sa se VERAMENTE porta a porta ha subìto un calo di ascolti?

onan ha detto...

Porta a Porta è andato male, ma per colpa prevalentemente di Canale 5:
http://www.corriere.it/politica/09_settembre_16/porta_porta_ascolta_c14c49aa-a299-11de-a7b6-00144f02aabc.shtml

Comunque io almeno 5 minuti al programma li ho dedicati. Quelli in cui Berlusconi presentava gli appartamenti. Apriva le dispense e presentava i piani antisdrucciolo delle cucine.
Momenti imperdibili, altro che fiducia!

leo ha detto...

D'altronde lui è nato come impresario edile e quindi la cosa gli deve essere piaciuta parecchio portandolo con la memoria ai primi tempi....mi chiedevo poi se il binomio calcio-figa non si stia trasformando in una sorta di nemesi perchè da entrambi gli ambiti sembra che per B. si sia creato una sorta di effetto saturazione che gli si sta ritorcendo contro

DiamondDog ha detto...

Io sono milanista ed antiberlusconiano.
Soffro da anni per questa dicotomia.
Ieri ho goduto come un riccio, perdipiù con Leonardo che ha sconfessato il padrone non facendo giocare l'ectoplasma.
Ha rischiato, ha vinto.
Grande Leo.
E grande Patrick, o meglio Bodhi.

goodnight ha detto...

Non vorrei apparire cinico, ma ho la sensazione che il calo di audience (a parte una certa saturazione di Berlusconi) sia dovuto al tema della serata. Il terremoto fa spettacolo come disastro, mica come ricostruzione (non esiste forse il filone dei film catastrofici?). Di fatto se Berlusconi fosse venuto a raccontare dettagli piccanti sulle varie Noemi e Patrizie avrebbe quasi certamente ottenuto qualche spettatore in più.

onan ha detto...

goodnight: giusto. Si è distratto. Ora che il Milan si è risvegliato, "more figa" e tutto tornerà a posto.

Stefano ha detto...

Da super Milanista appoggio in pieno lo slogan di leo: "meno berlusconismo, più milanismo".

roby ha detto...

Diamond Dog
Siamo in due.

Per tutti gli altri:
il momento topico è stato quando ha confessato che la politica è popolata da una marea di farabutti.
E nessuno si accorto che si trattava, forse per la prima volta in vita sua, di un'ammissione di colpevolezza.
Questo è stato un evento.

Il Grande Favollo ha detto...

E' talmente perfetto da ammettere anche il contrario di se stesso.