6 marzo 2009

U2 - No Line On The Horizon

Non siate frettolosi, ascoltate davanti ad un impianto stereo e lasciate alla raffinatissima produzione (Eno/Lanois/Lillywhite) il tempo di rivelarsi. La splendida Magnificent è più U2 di Who’s Gonna Ride Your Wild Horses. The Edge vola altissimo per tutto il disco. Negli ultimi minuti di Moment Of Surrender pare Gilmour, in Stand Up Comedy (una Discoteque versione Rock) è il Noel Gallegher di Fucking In The Bushes. Breathe, loro personale intepretazione dell'Hard Rock, è la prova di una band nuovamente affiatatissima; con un Bono (Cedars Of Lebanon) che riacquisisce il proprio diritto/dovere di continuare a tirarsela. Non funziona solamente I’ll Go Crazy, If I Don't Go Crazy Tonight e dispiacciono quegli Oh, Oh, qua e là, volti ad accontentare i fans dei loro fiacchi discepoli (sapete di chi parlo). "No Line On The Horizon" rimane il miglior disco degli U2 da tanto, tantissimo tempo.

8/10

16 commenti:

microbot ha detto...

allora, conto fino a 10 e ti dico...
dopo aver ascoltato il primo singolo ho pensato che mai nessuno mi avrebbe convinto ad ascoltare l'album per intero tutto di un fiato, e che probabilemtne si trattava dell'ennesima bufala by Bono e Co. (visti i precedenti degli ultimi anni).
Invece devo dire che, anche se lo devo risascoltare bene, i primi due passaggi per intero mi hanno abbastanza sorpreso e convinto... ma ne ripaleremo tra un po (io sono un po lento a dar giudizi, ci metto un po)

Ted ha detto...

Va ascoltato per bene, e hai ragione sul fatto che è il loro migliore da anni.
Sono totalmente d'accordo sugli OH OH che rovinano i qua e là del disco.
Penso che oggi questo tipo di suono e di musica vada cercato altrove, mi manca un po' di feschezza e in certi passaggi mi sembra quasi di sentire degli imitatori degli U2.
Nell'insieme per me è un 6, ma il giudizio può cambiare nel tempo (all'inizio era un 4,5).

birdantony ha detto...

io con loro ho chiuso a campo volo (1997, popmart tour). dici che dovrei riaprire???

birdantony ha detto...

ah, scusa l'OT, ma sono reduce da '316' e 'the life and death of jeremy bentham' (lost 5x06 e 5x07) e ti posso assicurare che farai anche tu salti dalla poltrona! (aspettati di tutto!!!) :)

Joyello ha detto...

Non ci casco!
:-)

onan ha detto...

microbot: abbi fede. Cresce ascolto dopo ascolto.

ted: purtroppo Brian Eno ha prodotto Viva La Vida e, sebbene qui abbia fatto un lavoro eccellente, credo sia in parte responsabile di quegli Oh, Oh. Che sono poi gli stessi Oh, Oh che stanno facendo vendere così tanto i Kings of Leon, che troviamo nei Killers o in tutti quei fiacchi imitatori degli U2.

birdantony: io avevo chiuso nel '93 a Wembley. :)
Su Lost ho visto che tra poco Fox lo manderà. Lo aspetto lì. Grazie della segnalazione.

joyello: vedi tu se preferisci cascare nel 0/10 di Zingales su Blow Up. :)

Anonimo ha detto...

Concordo in pieno, mi sono bastati un paio di ascolti per rendermi conto che è il loro migliore lavoro da secoli. Lascia alle spalle tutta la melensaggine degli ultimi due dischi e questa è cosa buona. E poi sembra recuperare una certa sonorità compatta dei lavori pre-Zooropa.

@Joyello: ahò tu non fai testo quando si parla di U2, con tutto il rispetto. Li odi! :-)

Triolocaust

Eazye ha detto...

maddai?!?! sarà la volta buona che mi metto ad ascoltare gli U2...

r. ha detto...

Io, che pure amavo di amore vero da October, uscii da Rattle and Hum a pezzi. "Sono morti, si sono mangiati da soli", ricordo di aver commentato. Da allora solo vergogna e imbarazzo.
Però è vero che in due o tre pezzi, qui, c'è qualcosa.

onan ha detto...

Eazye: piuttosto che i loro bolsi imitatori. :)

triolocaust: sì è molto pre Zooropa, ma c'è anche qualcosa che non riuscirono a realizzare in Pop.

r.: io che li ho apprezzati senza mai amarli ho inevitabilmente un atteggiamento diverso. Ma non credi che "Achtung Baby" sia un momento imprescindibile e altissimo della loro storia?

microbot ha detto...

ascoltato meglio, sono indeciso tra il 6 e il 6,5...

Captain Howdy ha detto...

Stranamente e' un bel disco. Dico stranamente perche' non riesco proprio a capire perche' un gruppo come gli U2 (che vende milionate a prescindere) si siano ostinati negli ultimi 15 anni a fare album mediocri se nelle loro corde avevano ancora delle belle idee. Non ci sono scuse che tengano: questo e' un album di una Band che non e' mai morta e a sto punto mi chiedo: perche' far finta d'esserlo?

onan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
onan ha detto...

Captain Howdy: comprendo e condivido ciò che intendi. Ma il fatto che è abbia ritrovato se stessa lo prendo come una resurrezione.

20nd ha detto...

Si sono un po' ripresi dopo due album beramente marchettari e orribili

Jammin' ha detto...

Beh il disco vale 3, un po' sotto la media di questo gruppo mediocre che vale sì e no 4,5.