27 gennaio 2009

Valzer con Bashir

Lasciamo perdere l'assurdità per cui questo film occupa la candidatura all'Oscar che sarebbe potuta essere di "Gomarra".
Non mi aspettavo niente e mi è piaciuto tanto.
Non per le sue soluzioni "freudiane", ma per l'estetica coinvolgente, per l'alternanza di stili di animazione, per quei colori caldi e per This Is Not A Love Song dei P.I.L.
Nel finale, la forza della morte "in carne ed ossa", forse, sarebbe stata maggiore osando tornare su Sabra e Shatila di "cartone". Ma è un dettaglio.

2 commenti:

Emanuele ha detto...

anch'io non mi aspettavo molto ed invece mi è piaciuto un sacco. penso sia molto più utile la tecnica del cartoon perchè ti permette di pensare senza essere troppo preso dalle immagini, o meglio di rielaborare le immagini senza farsi assorbire dalle stesse. bella musica, grandissime fumate con l'amico olandese, e devo dire che secondo me l'ultimo pezzo live ci stava benissimo. grande anche gomorra ma sai com'è, forse abbiamo anche rotto un po' i colgioni noi italioti con 'ste cazzo di varie mafie che abbiamo...

onan ha detto...

Emanuele: più ci penso e più trovo che questo Valzer con Bashir sia un film davvero bellissimo.

Su Gomorra temo tu abbia ragione. Peccato perchè trovo che, al di là di tutto, sia un gangster movie totalmente originale. Un film di genere che per la prima volta non si rifà a Scorsese. Penso sia per questo che Scorsese ne è rimasto così conquistato.