30 gennaio 2009

Arctic Monkeys - Crying Lightning (preview)

La cosa si fa complessa.

11 commenti:

Mr. Soft ha detto...

A me mme piascie 'sto pezzo!

leo ha detto...

Una b-side?

onan ha detto...

No, un'anticipazione del nuovo disco prodotto da Josh Homme e registrato nel deserto.

ale ha detto...

'sti regazzetti...

TRAVIS ha detto...

si fa molto complessa. non so se frutterà molto questa sorta di cambio di stile, però non dimentichiamo che anche i pezzi di favourite worst nightmare furono accolti in sordina e poi apprezzati. bisognerà ascoltare prima il disco per bene ed in seguito fare i propri commenti.
tuttavia, se cambieranno non poco il loro stile, e questo avverrà a quanto pare, sarà comunque da apprezzare come una band così giovane come gli arctic monkeys, abbiano la voglia e la forza di sperimentare sempre, rischiando anche pericolose critiche se non cadute... staremo a vedere.
Ciao Luca!

mojospin ha detto...

allora ho una personale teoria per cui la qualità della musica prodotta da un gruppo è direttamente proporzionale alla crescita dei capelli dei componenti della band. in sintesi mi aspetto molto dal nuovo album degli arctic!

PistaKulfi ha detto...

Tra tutti i gruppi per cui la "critica specializzata" continua a barcamenarsi fra "sono un bluff e fanno sul serio" secondo me sono quelli che potenzialmente potrebbero regalarci maggiori soddisfazioni. All'inizio fui molto scettico, col tempo mi stanno facendo cambiare idea tanto che sono andato a riascoltare meglio le loro cose. E questo pezzo è veramente interessante. Grazie della preview.

ILNomeNonConta ha detto...

Io sorrido.
Onan questi sono veramente bravi.

onan ha detto...

Conoscete la mia posizione sui "mocciosi".
Ora che anche i Franz Ferdinand hanno definitivamente calato la maschera non c'è più alcuna possibilità.
Gli Arctic monkeys sono rimasti (ma lo erano già) l'unico gruppo Uk degli anni 00 con credenziali e caratteristiche necessarie a poter essere ricordato come rilevante.
Il prossimo disco avrà addosso tutto questo peso. Osare (e mi pare ci stiano provando) sarà indispensabile.

Luca (radionoiseblues) ha detto...

ragazzi, vi volevo far notare che, in fin dei conti, questa canzone è una delle 17632847 canzoni inglesi tipo babyshambles degli ultimi 5 anni con l'aggiunta di suoni un po' più americani. insomma, non capisco tutto questo entusiasmo.

onan: con "rilevante" tu intendi socialmente o musicalmente? perchè altrimenti, per dire, i primi due album dei Coral sono stati una cosa clamorosa.

onan ha detto...

radionoseblues: l'entusiasmo credo sia proporzionale alla carestia.
Per me nella musica pop difficilmente è rilevante ciò che non lo è, almeno in qualche modo, "socialmente".

PS: Sai che i Coral sono stati la band preferita dagli Arctic Monkeys. Di loro, comunque, direi tutto, tranne "rilevanti" degli anni '00.