22 ottobre 2008

Wall-E

Domenica siamo andati a vedere Wall-E.
No, non al cinema parrocchiale, ma in una di quelle normali multisale di provincia che dovrebbero essere preferite ai tanto detestati "Multiplex".
Niente da fare: non ci è piaciuto.
Un'enorme delusione, mal celata anche dai più piccini.
Ma com'è possibile? Tutti coloro di cui mi fido hanno detto che è un capolavoro.
Vorrei esprimere, qui, tutto il mio dissenso. Non solo non ho visto nulla di ciò che ho letto e sentito, ma trovo addirittura assurdo si sia definita nuova frontiera dell'animazione ciò che sembra solo la grafica computerizzata di un buon film sci-fi.
Mi trattengo, aspetto. Ci dev'essere qualcosa che non va.
Non lo faccio mai: lancio Azureus e provo a scaricare il film. Versione da Dvd Screener a divx da 700 MB. Roba che sulla carta mi rifiuterei anche solo di inserire nel lettore.
Invece dovrei rifiutarmi di andare al cinema, cazzo! Dove non cambiano le lampade al proiettore, dove era tutto scuro e sfuocato, dove mancava ogni profondità, dove Wall-E non era quello che ho appena visto in televisione.
Sarà anche un mio cruccio, ma la vogliamo smettere con questa menata dei cinema e cominciare a pubblicare subito i DVD o no?
Ah, il film ora ci è piaciuto moltissimo.

19 commenti:

(abnorm)ale ha detto...

Io sto con te. E non solo per i motivi di qualità visiva di cui parli.

leo ha detto...

A me era piaciuta moltissimo la prima parte del film, quella muta, poetica un pò surreale. In seguito il film crolla e perde senso quando entrano in scena gli umani, però devo dirti che non ho fatto caso alla qualità dell'animazione (che comunque nel primo pezzo mi sembrava buona)mentre la qualità della pellicola, vista in un cineplex di provincia con il nulla attorno, era discreta

onan ha detto...

(abnorm)ale: certo, ma oltre a tutto il resto, se addirittura la proiezione stravolge un film a tal punto...

leo: il mio, ahimè, non era un cineplex, ma una multisala che ben conosci.
La qualità dell'animazione mi è parsa straordinaria, a casa. Mi è piaciuta anche la seconda parte, che al cinema mi era parsa esteticamente insostenibile.

Captain Howdy ha detto...

mmm, le voci fuori dal coro servono sempre ma stavolta, permettimelo, le motivazioni mi sembrano un po' frettolose.

Quando l'anno scorso la Pixar ha inaugurato questo nuovo porsi nei confronti del cinema d'animazione i pareri son stati discordanti, ora quel film ("Ratatouille") ha guadagnato consensi da quasi tutti quelli che erano un po' perplessi (una minoranza di contrari ci sara' sempre: c'e' chi non sopporta Kubrick per esempio...). Succedera' lo stesso anche per questo perche' e' un capolavoro per migliaia di motivi: uno per tutti la capacita' di sviscerare una parabola sul futuro umano cosi' universale da esser capita da qualsiasi fascia d'eta' ma senza ricorrere a scorciatoie (non parliamo che i primi venti minuti offrono uno dei migliori quadri post apocalittici mai trasposto in celluloide). Abbi pazienza piacera' anche a te e pure ad AbnormAle prima o poi (secondo me siete troppo nostalgici verso quello che la Pixar era e, per me, per fortuna non e' piu').

Sul discorso Sala Cinematografica sai che non la penso come te ma e' un discorso ababstanza soggettivo e quindi e' difficile venirne a capo. Io sono un privilegiato posso scegliere momenti della settimana e della giornata in cui c'e pochissima gente e la sala quasi tutta per me, dall'altra parte non posso permettermi un megaschermo da 800000 pollici ;.) e quindi spero che l'opzione Dvd che auguri alla fine del post non si avveri mai ma che al limite (per farti contento) la distribuzione venga in fatta in contemporanea, penso che nonostante tutto le Sale sopraviverebbero comunque perche',son convinto, molti amano ancora il modo classico di gustarsi un film. Ma solo il tempo lo dira'.

onan ha detto...

captain howdy: devi aver lasciato qui un commento riferentesi ad un post che devi aver letto da qualche altra parte. Per carità, son cose che possono capitare, ma ti prego di fare più attenzione.

Captain Howdy ha detto...

Sul serio? Ma questo qui sopra?

Joyello ha detto...

Io sono in accordo solo in parte.
Concordo sulla delusione e considero ancora NEMO il miglior film PIXAR. ma è un problema mio. Di, chiamiamolo, gusto personale.
I motivi sono moltissimi e quello principale è che con Wall-E mi pare che abbiano semplicemente alzato troppo il tiro.
Non ha più senso parlare di animazione ma lo ha di parlare di cinema. In questo senso, il film è bellissimo.
La delusione è concretizzata nel fatto che questo film NON E' adatto ai bambini. Fin qui tutto OK. neppure Mononoke o La Città Incantata di Miyazaki lo sono. Però questa volta i canoni sono totalmente rivoluzionati. Fare cinema indirizzato agli adulti ma che piace anche ai bambini, perdonatemi -forse sono ingenuo ma-, io credo che sia un target di tutto rispetto.
poi. Wall-E è un film di cinema sul cinema. Le uniche sequenze "parlate" o "rilevanti" sono "viste" attraverso uno schermo (del cinema? del TV? poco cambia) e i riferimenti altisonanti, da Chaplin a Kubrick, sono tutti al posto giuto. I bambini, però, si annoiano. Una cosa che non succedeva con Nemo o Ratatuille, che per contro, mantenevano anche ottime caratteristiche cinematografiche di elevatissimo livello.
I personaggi, però, sono scritti benissimo e la sequenza in cui Eve s'accorge dei sentimenti di Wall-E attraverso il flashback "registrato" nella sua memoria, è da manuale.
Un film bellissimo per il quale, FORSE, non siamo ancora pronti.
Come dice Howdy, piacerà di più tra qualche anno, quando riusciremo a essere scevri dai luoghi comuni che cartoon=infanzia.

nikki ha detto...

le ultime due frasi del post, perdonami ma mi sembrano tristissime!
cazzo, se vai in cinema di merda..!!!..paghi pure, fa lo sforzo di entrare in un Multiplex!!

a me il film è piaciuto tantissimo.

ciao ciao

(abnorm)ale ha detto...

Torno a dire che sono d'accordo con onan. Il film non l'ho visto, ma dal post di onan si capisce che è bello. Infatti il punto non è il film in se. Il punto è un altro. Allora: devo scegliere il cinema, scegliere l'orario giusto, verificare che il proiezionista quel giorno non abbia le balle girate, valutare la percentuale di persone munite di popcorn all'ingresso della sala, chiedere un test sonoro prima dell'inizio del film in modo da non avere spiacevoli sorprese a metà proiezione. Fatto tutto questo posso godermi il film. Io dovrei essere sicuro che quando vado a vedere WALL-E sono sicuro di potermi gustare il film nella sua perfezione estetica. Perchè, come si capisce dal post, ne va anche della corretta interpretazione: al cinema ha fatto cagare, a casa è piaciuto. E non credo ciò dipenda dalla dimensioni dello schermo. Voglio poter scegliere come vederlo. Per quanto mi riguarda, la MAGIA del cinema finisce con l'ultimo ciack. Poi è un'altra storia.

Captain Howdy ha detto...

mmm, simceramente non ho colto che ad Onan se alla fine il film e' piaciuto o no...ma a questo punto lo chiedo direttamente a lui:Ti e' piaciuto o no? ;-)
Comunque io l'ho visto al cinema e l'ho adorato,sono andato in un Multiplex e la qualita' di pellicola,sonoro etc. etc. era ottima. Tra l'altro stavolta sono andato in un orario "popolare" con maree di bimbi urlanti (ma siam stati tutti bambini) e l'ho aprrezzato comuque (so estraniarmi dalla realta' spesso).
Comunque chiederi ad Onan di dirci in che sala e' andato cosi' da aiutarci ad evitarla in futuro.

P.S. Per l'amico AbnormAle, in certo tipo di film size (o' shermo) does matter ;-)

onan ha detto...

(abnorm)ale: grazie davvero per essere venuto in soccorso all'incompreso. E' esattamente come dici tu.

captain howdy: il film mi è piaciuto moltissimo a casa e mi ha deluso solo al cinema. Speravo si capisse e comunque lo avevo scritto nel mio primo commento.
A scanso di equivoci l'ho aggiunto pure nel post.
Size does matter, per questo vado al cinema, salvo poi scoprire che può essere addirittura meglio uno squallido dvix.
Nessuno vuole togliervi i cinema, voglio solo che si interrompa questa anacronistica tradizione per cui i film non escono democraticamente anche su altri supporti. Sul nome della multisala non mi va ti avviare una polemica su un singolo cinema di provincia. Parlo di una questione.

joyello: ciò che dici è condivisibile, però i bambini a casa hanno detto: "ma è un altro film. Bellissimo."

nikki: im mancanza di didascalie, nel dubbio, potevi prima cliccare sul link "cruccio" e/o leggere il mio primo commento (c'è scritto: ahimè non era un cineplex). Forse ti avrebbe aiutato a capire.

Captain Howdy ha detto...

Onan,amico mio, sappiamo benissimo entrambi che comunque i film escono in altri supporti in contemporanea con l'uscita nelle sale(addirittura in certi casi prima). E' uno dei motivi per cui mi sembra una polemica abbastanza sterile. Tutto qui.

onan ha detto...

Ho già scritto in tutti i modi che non me ne frega niente, niente, niente delle copie pirata. Voglio PAGARE per avere un supporto fisico o digitale di qualità il giorno stesso dell'uscita nelle sale. Punto.

Captain Howdy ha detto...

Eppure deve importarti delle copie pirata perche' e' proprio il mercato illegale il grosso ostacolo alla rivoluzione che suggerisci. Ti immagini la Pixar e altri colossi del Cinema rinunciare comunque ad un grosso mercato (quel 3-4-5% di nostalgici che va ancora al cinema che su grossi numeri da ancora un discreto guadagno) per favorire ancora di piu' il commercio illegale.

So benissimo Onan che tu sei dalla parte dei buoni, il mio commento sopra era in generale non su di te ma sei una mosca bianca: ora non ho dati alla mano ma sono pronto a scommettere che il mercato dei Dvd legali e' al terzo posto per distacco. Primo Copie Pirata, Secondo Sale Cinematografiche e Terzo Supporti Legali.

Attualmente togliere il primigenio diritto alle Sale equivalerebbe a darla vinta alla pirateria. Ne son sicuro.

Comunque non e' sicuramente questo il principale motivo per cui sono favorevole a vedere i film in Sala ma son altri che conosci gia' e non sarei contrario nemmeno alla contemporanea distribuzione in dvd perche' per me (e per molti altri) cambierebbe poco: la prima volta andrei comunque al cinema.

Zonda ha detto...

Me lo aspettavo che fosse una stronzatona

Anonimo ha detto...

Mah, che posso aggiungere? Ho adorato Wall-E, l'ho trovato, come altri hanno detto, cinema-cinema e non semplice film "d'animazione". Miha scaldato il cuore. Solo la Pixar e Miyazaki mi fanno questo effetto. Tecnicamente è anni luce avanti e quindi secondo me si pone unpo' come spartiacque tra l'adesso e il futuro. Non c'è storia. Non c'è concorrenza. Detto questo, se a cinema l'hai visto male vuol dire che hai avuto sfiga: io l'ho visto in un normale cinema (neanche multisala) e la qualità dell'immagine mi ha spazzato via. Non sono d'accordo sulla distribuzione in contemporanea su aktri supporti: Wall-E è un film da gustare con lo schermo gigante e, ripeto, capisco tu l'abbia visto male ma in condizioni ottimali è la morte sua. Certo che se addirittura ne sei rimasto deluso in sala, al punto da giudicare la grafica scadente, vuol dire che il proizionista era in preda ai fumi della vodka...

Triolocaust

onan ha detto...

triolocaust: sono fermamente convinto che la sala possa essere migliore (o comunque diversa) dalla visione casalinga.
Non sono contrario al cinema. Li frequento quando possibile per quel poco di interessante che ormai riescono ad offrire.
Odio e reputo ignobile dover aspettare mesi per vedere "La Classe" semplicemente perchè non sono riuscito a beccarlo in sala la settimana scorsa.

Anonimo ha detto...

E' vero, non hai tutti i torti. Il fatto è che secondo me l'uscita in contemporanea vorrebbe dire la morte delle sale. Comunuque: sul fatto che ci siano troppe incognite nell'andare in sala - proiezionista non ubriaco, cazzi e mazzi - sono d'accordo solo in parte. Cioè: sì può succedere, ma è estremamente raro, via! E' molto più facile oggi, purtroppo, beccare persone maleducate al cinema. Quelli che parlano durante tutto il film, commentando a voce alta come se fossero in salotto. Non parlo dei bambini, poveri, parlo di adulti che lo fanno abitualmente. Sia ragazzi sia adulti sui 50 e passa. Ecco io quella gente la appenderei per le palle, scusate il francesismo... :)

Triolocaust

onan ha detto...

triolocaust: quella che tu dici è una delle ragioni forti per cui la sala non è più un luogo che offre necessariamente una visione migliore di quella casalinga.
Sulla morte delle sale non so. ormai le sale offrono per il 90% blockbusters. Vorrei che tutte le centinaia di pellicole che non passeranno mai al di fuori dei festival o di qualche cinema delle 2/3 grandi città italiane fossero messi a disposizione in download a pagamento. Sono certo che ci sarebbero appassionati che le scaricherebbero e che non influirebbero minimamente su quelle sparute sale che li proiettano.
Per i Blockbusters posso anche aspettare un paio di mesi, certo. Per gli altri film mi sembra solo un pigro anacronistico atteggiamento. Fuori dal tempo e nocivo per l'industria cinematografica.