17 ottobre 2006

Zidane a 21st Century Portrait

Non ero appassionato di calcio nel 1982 e non lo sono nel 2006 ma ho l'impressione che la nostra ultima coppa del mondo abbia un valore ben diverso da quella di 24 anni fa.
Perchè quella conquistata in Spagna è rimasta indelebile nei cuori per così tanto tempo e quella di Berlino non sembra capace di sopravvivere neppure pochi mesi?
Si, io sarò diventato vecchio e un po' nostalgico. Saranno anche i tempi in cui tutto è più veloce e frenetico. Sarà colpa delle televisoni, degli sponsor, di internet......
Hmm.
Abbiamo vinto una coppa del mondo senza un vero personaggio.
Con una Nazionale composta da giocatori privi di un volto.
Gli sportivi mi diranno che questo è un gioco di squadra dove la vera perfezione è vincere con l'assenza di un leader che spicca sugli altri.
Sarà. Ma Paolo Rossi se lo ricordano ancora tutti. Di Grosso non solo non rammento il nome di battesimo ma neppure la faccia.
Sono costretto a pensare sempre a Cannavaro pur di avere un'immagine. L'unico ad avere un "volto". Un difensore...

Dov'è lo Zidane nella nostra Nazionale 2006?



Dopo l'acccaduto con Materazzi, qui da noi purtroppo sarà molto difficile vedere "Zidane a 21st Century Portrait".
Gli artisti contemporanei Douglas Gordon (già vincitore di un Turner Prize) e Philippe Parreno durante la partita del campionato spagnolo Real Madrid-Villarreal hanno seguito Zidane con 17 telecamere, di cui due con zoom ad alta definizione usate in precedenza solo dall’esercito americano. Hanno ripreso ogni mossa, ogni gesto, ogni espressione. Poi hanno accompagnato il tutto alla musica dei Mogwai e ne è risulato un film che è stato presentato a Cannes e poi a Torino.
Un'operazione che si può concepire solo per un fuoriclasse. Uno di quelli che non si dimenticano.
Materazzi?

12 commenti:

occhiobuio ha detto...

E che musica per materazzi?

luca ha detto...

Non certo i Mogwai.
Ci devo pensare. Un bel problema.
Qualche idea?

satomi82 ha detto...

in effetti il calcio è proprio uno sport di squadra...infatti pensare che l'italia dipendesse da totti stava per farci perdere il mondiale (meno male che lippi se n'è accorto).
ai francesi il film, a noi la coppa!

luca ha detto...

secondo te che musica si potrebbe mettere per materazzi?

occhiobuio ha detto...

in questi casi credo valga la legge dei contrasti. Nulla che sia ispirato dal viso, i tatuaggi o le movenze un po' maldestre del calciatore.
Suggerisco johann sebastian bach the sonatas and partitas for violin solo magari nella versione di gidon kremer. provare per credere.

luca ha detto...

ma è una provocazione o ci credi davvero?

ora me la scarico

pensavo ai Red Hot Chili Peppers....

occhiobuio ha detto...

per tornare alla questione mondiali, calcio come sport di squadra, ecc., se posso permettermi io credo che così come il rock (che è una musica popolare) non vive senza il gesto, lo sport se è sport popolare muore senza l'impresa. Così è nel più grande degli sport popolari che è il ciclismo e così è nel calcio. Ai Mondiali, al di là della partita con la Germania, è mancato, io credo, il senso dell'impresa.

Anonimo ha detto...

Per Materazzi vanno bene gli 883 credimi. O i Vianella

leo

Anonimo ha detto...

anche in un blog rock oriented il calcio fa scattare l'auditel verso l'alto! dico anch'io la mia: come si fa ad assumere come eroi gente che si esibisce dalla De Filippi, che si rende ridicolo in uno spot. La distanza del campo e dal campo, produceva il mito nei decenni passati, il constatare che sono coglioni come noi, ne fa delle figurine interscambiabili. Beckam lo prendi per il culo per le cremine, Gigi Riva ti incuteva rispetto e paura al solo vederlo scalciare zolla e pallone. Quando gli dei scendono dall'olimpo e si mescolano ai mortali, cessano di essere dei...

Alberto

Anonimo ha detto...

per Materazzi il peggior Bon Jovi

ALberto

luca ha detto...

Si. Bon Jovi è perfetto. Anche un po' di Jamiroquai e poi Max Pezzali per rilassarsi.

Gidon Kremer l'ho scaricato. Un "doppio" tutto violino. Io non ce la faccio.
Forse però Materazzi.....

occhiobuio ha detto...

A mettere bon jovi su materazzi vuol dire lasciarlo così come è. Io mi ero illuso voleste farne qualcosa d'altro. Voleste farne un'immagine. Invece lo trattate da individuo. Allora meglio il nulla, nemmeno bon jovi.