13 gennaio 2010

Vampire Weekend - Contra

Bene. Cominciamo proprio bene.
Se l'entusiastica accoglienza riservata a questo secondo disco dei newyorkesi indicasse le traccia della bella musica del decennio sarei a posto.
Datemi un calmante.
Più che un weekend da vampiri, 36 minuti d'inferno per me.

5/10

28 commenti:

EmmeBi ha detto...

maddai, manno, maccome, macchedici.

onan ha detto...

EmmeBi: Non ce la faccio. Divento nervoso. E' più forte di me. Mi irritano. C'è quella voce e quei ritmi. Capisco (forse) ma non mi adeguo. 5 per quello. una specie di SV...

Anonimo ha detto...

Ti capisco, a me annoiano.
Non li apprezzo per niente.

Lucien

Joyello ha detto...

Però è strano, benché newyorkesi e continuamente associati alla corrente che a te non piace (grizzly collective), questo disco è decisamente leggero. Pieno di ritornelli, di canzonette da sentire in macchina e cantare a squarciagola... Boh. Non capisco come mai ti risultino ostici.
Comunque apprezzo il 5. Temevo peggio...:)

onan ha detto...

Lucien: pensavo mi desse sui nervi il primo. Questo da quel primo pezzo "Horchata" è a me insopportabile.

Joyello: sono i ritmi, gli arrangiamenti, le chitarrine, la totale assenza di ciò che è convenzionalmente "rock", la voce. Mi dà fastidio tutto. Pensa che a me non son mai piaciute neppure i Rapture, figurati la loro versione "world" con Paul Simon che canta.
Sì, 5 perchè è un problema mio. Ma anche vostro se vi piace sta roba. :)

dario ha detto...

questo sono parecchio sopravvaluati secondo me. così preppie, sembrano usciti da love storie. però dai, i rapture spaccavano. :)

ilgmk ha detto...

eheheh, mi piace vedere sto totale contrasto di opinioni tra joy e onan. Io ovviamente sto nel mezzo: più che sufficienti, ma non mi stanno entusiasmando...;)

Joyello ha detto...

Sì, in affetti, onan, mi sembra di leggere tra le righe che non ti sia piaciuto molto questo disco. Sai, forse l'unico "problema" è considerarli un gruppo rock. Il fatto di aver eliminato ciò che convenzionalmente va a ridursi in quella definizione, spesso è un punto di forza nei miei giudizi. Poi c'è chitarra, basso e batteria e questo li fa risultare rock. Ma non è "convenzionale". E allora?... Comunque, la cosa più semplice da capire è che non ti piacciono e questo, fino a prova contraria, non è un problema. :)
Per quanto riguarda me... ho ordinato il disco e, sebbene sia in possesso da parecchio della copia tarocca, son qua che sbavo nell'attesa che arrivi. :-)

Marco Triolo ha detto...

Urge un nuovo '68. Io preparo gli eskimo, chi pensa all'LSD?

Joyello ha detto...

Io, come al solito, metto i dischi!

onan ha detto...

Io oltre all'Eskimo ho pure le Clarks.

chiara ha detto...

heheh bella recensione! io non ero impazzita nemmeno per l'esordio. Era carino senz'altro ma metterlo in tutte quelle classifiche top 10 del 2009... bha!

Leo ha detto...

A me è bastato leggere nelle recensioni quei continui riferimenti a Paul Simon per saltarlo a piè pari. E' quella parte di intellighenzia newyorkese (penso anche a Tv on the Radio e LCD) di cui non mi frega nulla perché mi da una sensazione di sofisticazione ed intellettualismo eccessivo ed artificioso. Ma voglio continuare a pensare che ci sia speranza di vita a NY. Certo forse manca molto un effetto CBGB's ma probabilmente questo è un problema estensibile a tutta l'intera scena alternativa mondiale

Myriamba ha detto...

boh a me sti vampire weekend non mi sono mai piacciuti..ma proprio mai..c'e' qualcuno della band che va a letto con qualche giornalista influente?
I Grizzly Bear sono ovviamente a miliardi di anni luce ..

onan ha detto...

chiara: l'esordio in qualche modo lo sopportavo, ammetto che visti di supporto ai Blur mi parvero meno peggio, ma questo qui le cose diventano davvero indigeribili per gli animi Rock.

leo: Paul Simon era già presentissimo anche sul primo. E come sai per me Paul Simon è ascoltabile solo se accompagnato da Garfunkel.

Myriamba: non so, sono un po' tutti. Gli stessi che impazziscono per Animal Collective, TV On The Radio, Grizzly Bear....

chiara ha detto...

io non impazzisco affatto per gli animal collective ma mi piacciono da morire i tv on the radio, penso facciano uno dei crossover più interessanti in circolazione. e i grizzly bear mi piacciono assaje ma gà l'ho detto 100 volte :-)

onan ha detto...

chiara: sì, nominavo un po' di quei "dischi dell'anno" tipici degli ultimi anni. Quella roba che qui non va proprio giù. :)

EmmeBi ha detto...

Segnalo che nella prima stesura del post il voto era 4/10.

onan ha detto...

Emmebi: E' stata una cosa davvero di pochissimi secondi. Il nervosismo aveva avuto la meglio. Ma mentre scrivevi il tuo commento il voto era già stato corretto. :)

Myriamba ha detto...

mah...io non li metterei tutti nello stesso calderone, anche perche' musicalmente c'entrano poco.

zen ha detto...

Appoggio il giudizio di Joyello....il trucco sta proprio nel non considerarli un gruppo rock...che poi di questi tempi sarebbe più difficile trovare gruppi che siano veramente Rock!
Cmq io nn li ho trovati nelle top 10 del 2009 perchè il primo album era del 2008...
Onan io ancora non ho sentito nemmeno una canzone del nuovo album e quindi non posso giudicare ma credo che siano state cmq create troppe aspettative intorno alla sua uscita...il che notoriamente nn fa bene

onan ha detto...

zen: io a quel trucco lì non ci sto invece. Altrimenti dovremmo parlare anche di musica classica, jazz o altro secondo i criteri del Rock. Sarebbe scorretto oltre che non interessante. Sono i Vampire Weekend che fanno una musica che non c'entra nulla, ma proprio nulla, con il Rock e si buttano tra le braccia del pubblico Rock.
Sbaglierò, ma almeno le mie di braccia aperte proprio no.

Niki ha detto...

tempo addietro il loro primo singolo mi era piaciuto(gran video) e spesso durante le mie serate mi capita di inserirlo in scaletta..cmq ho digerito con molto lentezza il primo album, questo proprio non riesco a mandarlo giù!!! se posso permettermi voto: 2/10 !!!
fortunatamente ieri Onan mi sono ascoltato il nuovo degli spoon...cazzo che gran buona boccata d'aria!!!

EmmeBi ha detto...

Considerato come gruppo rock , non rock ... dai su, ragazzi. Neanche nel forum del Mucchio fanno più questi ragionamenti.
Non piacciono i Vampire Weekend ? Pazienza, ce ne faremo una ragione.
Però prima ascoltate l'unplugged MTV che gira in rete, quantomeno per apprezzare la qualità dei musicisti.

onan ha detto...

EmmeBi: piacciono, piacciono. Non temere. Sono terzi nella UK chart e non si trova in giro una opinione non entusiastica su di loro.
L'unplugged lo ascolterò senz'altro. Ma li ho visti dal vivo e so che non c'è da discutere su quello. E' ciò che mi provoca un pezzo come Horchata il problema.

flavio ha detto...

a me Horchata fa pensare ai Belle & Sebastian che giocano a fare i terzomondisti e pure il resto un pochetto.
Che ne pensi dei fu parmigiani Vancouver (che Dio li abbia in gloria) ?

onan ha detto...

flavio: mi space, non li conosco.

flavio ha detto...

te li consiglio, quando li scoprii non riuscivo ad ascoltare altro per settimane; suonano come un incrocio (non nel senso "bastardo" del termine) tra i Blur e i Pavement, a volte sembra britpop commisto al postrock e sono italiani.
L'ho visti suonare dal vivo a S. Vito di Leguzzano e facevano onde, non trovarono (uso il passato non perchè mi riferisco ad epoche preistoriche, parlo dell'anno scorso) distribuzione e si stanno riciclando in altri progetti vedi Isabel at Sunset editi dalla Tea Kettle Records la benemerita etichetta italiana che distribuisce i fenomenali svedesi Billie the Vision & the Dancers
www.myspace.com/vancouvertheband