25 luglio 2009

Arctic Monkeys - Crying Lightning (video)

Sul terzo disco gli Arctic Monkeys si giocano tutto: se lo centrano saranno l'unica band inglese ad aver avuto un senso in questo decennio, se lo sbagliano anche l'impatto senza eguali del loro debutto verrà inevitabilmente ridimensionato.
Crying Lightning non basta, però il video aiuta.

33 commenti:

modesty ha detto...

sembra un video dei duran duran anni 80.
che brutta roba.

mi sento tanto vecchia, onan.

onan ha detto...

modesty: a me invece il video piace molto, ma non mi sento per niente giovane. :)

modesty ha detto...

...what a cruel world, baby, isnt'it?!
;-)

Anonimo ha detto...

Si sente la mano di josh...a me questa "svolta" non dispiace affatto...

unica band inglese ad aver avuto un senso in questo ultimo decennio?
Onan, e i "tuoi" Kasabian?

Martin

onan ha detto...

Martin: grazie per la domanda. :)
Il disco dei Kasabian, che penso sarà difficilissimo da superare per gli Arctic Monkeys, è un disco anni '90 a tutti gli effetti. E' un disco straordinario anche per questo: nessuno fa più dischi così.
Gli Arctic Monkeys invece non sono un gruppo con elementi così vintage. Sono un gruppo del proprio tempo. L'unico con le caratteristiche, il potenziale e il successo necessari per poter lasciare impresso un segno negli anni a cui appartiene.

Anonimo ha detto...

Onan, perdonami se insisto, ma quali elementi, a tuo modo di vedere li renderebbero "un gruppo del proprio tempo"? I Kasabian suonano vintage, ma secondo me fanno musica attuale, e nei suoni e nella produzione lo dimostrano più di un gruppo come gli Arctic Monkeys...
Poi, rock ingelse a parte, è difficile individuare qualcuno o qualcosa che resterà "di questi cazzo di anni zero"...per quanto anch'essi suonino vintage io mi aspetto una svolta dal prossimo degli strokes: o sarà storia o saranno etichettati come tanti altri, sarnno semplicemente un gruppo con un grande futuro alle spalle...

Martin

C. ha detto...

Video bruttino, pezzo bellino, capello lungo: ok.
(poi, anche io faccio il tifo per i ragazzini...)

onan ha detto...

Martin: il problema degli anni '00 è che sono pressochè privi di qualcosa che abbia un'identità propria.
Parlando di UK, ci sono stati i Franz Ferdinand e i Libertines, non riesco a pensare ad altro che abbia tentato di contare. I primi si sono rivelati una delusione immensa, i secondi non sono riusciti a stare in piedi.
I Kasabian, che sono un gruppo realmente straordinario, fanno un genere che li vedrebbe perfetti all'interno del Britpop. E' come fossero arrivati tardi, o come mi piace sperare, sono forse coloro che riporteranno questo tipo di musica negli anni '10.
Gli Arctic Monkeys invece sono gli unici che hanno una scrittura, una "metrica", tutta loro. Il loro immenso problema è che sono soli, che non esiste un movimento, che nessuno gli è stato dietro. Negli anni '00 non c'è stato Grunge, Britpop, Trip Hop... In Uk ci sono stati gli Arctic Monkeys e basta.

C: dita incrociate dietro la schiena.

chiarina ha detto...

anche a me piace il video anche se non li avrei fatti stare con gli strumenti sulla barchetta, troppo scontato. non so com'p questo terzo album ma credo che le scimmiette artiche continuino a fare "la loro cosa" ho sempre la sensazione che non cerchino di "please" nessuno... e ciò non può essere che buono. Poi non dimentichiamo la genialata di album dei Last Shadow Puppets, sto ragazzo ancora di cose da dire credo che ne avrà per lungo...

onan ha detto...

chiarina: sì, Alex Turner (in ambito Rock) è l'unico fuoriclasse della sua generazione.

microbot ha detto...

Onan scusa, parlando di UK, ma quindi per te i Bloc Party e gli editors non sono esistiti? personalmente li preferisco di gran lunga ai ragazzi qui sopra...
per poi non parlare poi delle Bat for Lashes, unica vera new big thing from Uk degli ultimi anni (anche se parliamo di altra musica)

onan ha detto...

microbot: Gli Editors li trovo davvero irrilevanti. I Bloc Party? Vorrei tanto non fossero mai esistiti.

microbot ha detto...

pensa che per me gli Arctic Monkeys e i Kasabian si contendono con i Coldplay e gli U2 la prima posizione della classifica "Banalità 2008/09" :-)

chiarina ha detto...

Al "Dio" Bono e alle sue innumerevoli ipocrisie darei anche il premio di bananalità 2008/2009. :-) !

Al cd dei Coldplay: Premio miglior sottobicchiere 2008

modesty ha detto...

chiarina: quello che vuoi. ma io sento ancora "at your feet" - per resta quello!

chiarina ha detto...

ciao modesty, mi sa che ti sei perso parte del commento non capisco sorry!

Joyello ha detto...

pezzo bello. video decente. grande attesa. Una buona ragione per fara arrivare l'autunno. Io non ne vedo altre.
:)

onan ha detto...

Joyello: il 24/8 vuoi dire. :)

modesty ha detto...

chiarina said this: "Al "Dio" Bono e alle sue innumerevoli ipocrisie darei anche il premio di bananalità 2008/2009."

mod said:"at your feet" (ma anche tante altre) è una canzone semplicemente geniale. e per me resta quello (come giudizio positivo intendevo)

scusa chiarina, ma il mio italiano è proprio pessimo, spero tu ora abbia potuto capire.

;-)

chiarina ha detto...

ok scusa Mod, la domenica il mio cervello va in slow motion!

Purtroppo Bono è un personaggio che si rende molto antipatico ma sull'amore per la sua musica non si discute, anche se non lo condivido, lo rispetto pienamente.

PS mentre voi aspettate l'autunno io ce l'ho già qua da un mese... ma quando finirà sto freddo e sta pioggia sgrunt...

colas ha detto...

un nuovo pezzo dal nuovo a.m. (My Propeller). Se il disco è così è la volta che piacciono anche a me
http://stereogum.com/archives/video/new-arctic-monkeys-my-propeller_081371.html?utm_source=ss&utm_medium=tw

ILNomeNonConta ha detto...

Ma quanto sta facendo parlare il nuovo album degli Arctic Monkeys?

onan ha detto...

colas: grazie, ma sono arrivato troppo tardi.

ilnomenonconta: il minimo, considerato che non c'è altro di cui poterlo fare. :)

roby ha detto...

Io negli anni 00 metterei, se parli di rock inglese, i Darkness. Ok, facevano musica degli anni 80, ma forse sono stati gli unici veramente rock. Commerciali, finti, quello che volete, ma a modo loro hanno rispolverato qualcosa che sembrava morto, il glam. IMHO.

Onan, leggendo qua e là il tuo blog mi sorprendono i tuoi gusti musicali. :)
Non riesco a spiegarmi la tua passione smodata per Kasabian e soprattutto per gli Oasis. :)

onan ha detto...

roby: i Darkness del primo disco mi sono piaciuti tanto. Li andai pure a vedere. Ma davvero a pensare rappresentino qualcosa deglli anni '00 proprio non ci riesco.
Glam? mmh, per me Glam sono i T Rex, Ziigy Stardust...

Pensa che io non riesco proprio a spiegarmi come qualcuso non abbia provato una passione smodata per gli Oasis e non la provi ora per i Kasabian. :)

fab ha detto...

A me i Darkness mancano davvero tanto. Se non possono rappresentare un decennio, è soltanto perchè sono durati troppo poco a mio parere e il secondo album presentava già qualche crepa.
Sono d'accordo su Alex Turner in quanto unico autentico fuoriclasse del decennio ma un gradino sotto ci sono alcune ottime band: Kasabian, Strokes, Interpol, Editors (anche se so che non apprezzi affatto...) per fare qualche nome. Però, piaccia o no, il simbolo dei 2000 saranno i Coldplay secondo me.

onan ha detto...

fab: Strokes e Interpol (quest'ultimi non mi hanno mai detto molto) però sono americani.
Sì i Coldplay rischiano di essere il gruppo degli 00. Di chi non sa cosa sia il Rock, però. :)

fab ha detto...

Naturalmente Strokes e Interpol sono americani, non avevo letto la parola "inglese" nel post...sui Coldplay sono d'accordo a metà, nel senso che penso siano una grande band, appartenente ad un genere diverso però dal rock'n roll vero e proprio.
Ah, tra le band prima citate ho dimenticato i Libertines/Babyshambles. Entrambe hanno significato molto secondo me in questo decennio.

roby ha detto...

Vero, sono durati poco e già il secondo album era scarsino. Ma il primo è stato l'album più rock di una nuova band inglese, in questa decade.
Poi le vicende di droga, alcool, etc. hanno giocato il loro ruolo.

Per gli Oasis: penso che un giorno o l'altro guarirai. :)

Ciao

Ted ha detto...

Ciao Luca, sarà la mia età lievemente più avanzata rispetto alla vostra, ma onestamente non saprei come si fa a definire "il nuovo" roba come gli Strokes o i Libertines. Forse gli Interpol, appena appena.
Allora tutto sommato meglio recuperare alcune perle dei Radiohead, che almeno nella scrittura restano grandissimi.

Se cerchiamo roba bella, tutti questi nomi vanno benissimo.
Se cerchiamo roba nuova, no. Meglio allora i TV on the radio, che pur tra alti e bassi qualche suono "personal" l'hanno creato.

Questo singoletto degli Arctic è molto carino.

onan ha detto...

Ciao Ted! Io sono uno di quelli che non crede vi sia nulla di nuovo in Strokes, Libertines, Interpol. Per questo penso l'unico gruppo inglese mato nei '00 con delle possibilità di lasciare un segno del proprio tempo siano gli Arctic Monkeys. Tutti gli altri sono stati più o meno buoni gruppi vintage... I tanto snobati, dai puristi dell'indie, Arctic Monkeys sono sempre stati un'altra cosa.

chiarina ha detto...

Humbug è un gran bell'album!!
E finora me li ero filati poco gli Arctic monkeys...

onan ha detto...

chiarina: gran bell'album? Solo gran bell'album?
Non c'è niente da fare l'atteggiamento che avete è lo stesso che avevate con gli Oasis. :)
Almeno tu che senti e che capisci... Dai mollati. :)

Ti sembra che esageri?
Perchè forse non hai letto qualcuno dei miei post più vecchi. :)
http://onanrecords.blogspot.com/search?q=arctic+monkeys