10 dicembre 2008

Rumore Best Albums of 2008

1. MGMT - Oracular Spectacular
2. Black Mountain - In the Future
3. TV On The Radio - Dear Science
4. The Black Angels - Directions to See...
5. Fleet Foxes - Fleet Foxes
6. Vampire Weekend - Vampire Weekend
7. Jex Thoth - Jex Thoth
8. Bon Iver - For Emma, Forever Ago
9. Deerhunter - Microcastle
10. Intronaut - Prehistoricisms

13 commenti:

blago ha detto...

un disco italiano no eh...?

chiarina ha detto...

ma dove mi è andato a mettere bon iver sto matto!!!

e di italiano chi dovevano mettere secondo te? ho perso completamente il contatto con la musica italiana dunque lo chiedo senza sarcasmo...

onan ha detto...

blago: le Luci della Centrale Elettrica stanno solamente al n.16.
A Rumore hanno davvero buttato all'aria un'oppurtunità più unica che rara.

chiarina: non so se tu ti riferisca a Claudio Sorge, ma sembra la classifica sia il risultato delle media delle 24 classifiche individuali della redazione. Claudio Sorge, in ogni caso, nella sua Bon Iver manco lo ha messo. E neppure Alberto Campo.

Chiarina ha detto...

Sul buscadero le abbiamo lasciate di ogni collaboratore...

io sulla mia Bon Iver l'ho messo al numero 2 :-)

onan ha detto...

chiarina: e al numero 1?
errata corrige su Alberto Campo, Bon Iver lo ha messo al n. 5.

joyello ha detto...

Si salvano con la copertina a Brondi... Ma la loro classifica è proprio la peggio!
:-)

leo ha detto...

Un giornale in crisi di identità. Forse non si sono più ripresi dal caso della recensione taroccata. Va bene gli MGMT ma dei Black Mountain qualcuno si ricorderà? Eppoi quanta enfasi inutile....

onan ha detto...

joyello: aspetta di vedere quella di NME.

leo: ma dai, che a te t'han fatto solo che contento con sti MGMT.

leo ha detto...

Vero per i MGMT hai ragione. Non un disco epocale ma comunque piacevole, soprattutto ascoltato con i bambini perchè è molto giocoso. A me quest'anno sono piaciuti molto i Tetine, vari, colorati e con certi particolari richiami al post punk anni 80 con il brazilian touch. Poi mi è piaciuto molto il disco dei Beach House, ma non mi sono sentito molto in sintonia con i dischi dell'anno. Mi incuriosisce molto (Margherita) Boniver chissà com'è...

onan ha detto...

leo: un disco che la dice lunghissima su "cosa ci resterà di questi cazzo di anni zero".

stu ha detto...

Io non la vedo tanto disastrosa...solite tre posizioni in comune.
In generale:tante facce nuove su tutte le classifiche.

accento svedese ha detto...

Io la vedo molto in linea con i miei gusti. La mia arriverà, sono ancora alla fase delle primarie. :D

onan ha detto...

accento svedese: rimaniamo in attesa dello spoglio.