18 ottobre 2008

Se ad inizio tour siamo messi così...

Non solo non sono gli Oasis quelli che ho appena visto su Mtv dal loro concerto di ieri sera, ma non sono neppure i Gallaghers.
Pure la scaletta fa schifo e, credeteci o no, non fosse per i Kasabian potrei considerare seriamente di saltare il turno.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, sono un tuo assiduo lettore.
Ora sono via da casa per una Fiera e purtroppo non ho visto lo spettacolo.
E se metto ancora su Youtube quelli degli stand di fianco mi ammazzano.

Riesci a spiegarmi cosa ti ha deluso?
Son rientrato in albergo verso le 11 e ho visto solo The Masterplan e Songbird.

Cosa non ti è piaciuto?
Grazie.
Simone

onan ha detto...

Ciao Simone, tralasciamo pure la prima parte di scaletta nefanda (Lyla, The Meaning Of Soul, Songbird, Ain' Got Nothin, ma è possibile suonare certa porcheria e lasciar fuori Live Forever?) e un'esecuzione di Waiting Dor The Rapture da lasciare assai perplessi.
Non sembrava stessero suonando a Wembley Arena ma a qualche festa di matrimonio. A parte il nuovo Cheis Sharrock, poverino assai impegnato a fa vedere che è arrivato anche lui, mancava qualsiasi tiro, qualsiasi spinta, qualsiasi attitudine.
Credo di aver visto dal '95 ad oggi abbastanza volte gli Oasis per sapere che l'essere scazzati è una caratteristica che hanno saputo trasformare in un pregio. Quello scazzo è meravigliosa attitudine e suono. muro di suono. E' Rock'n' Roll.
Ieri sera erano annoiati, noiosi, suonavano da schifo (tutti per gli affari loro) e, molto più grave, per la prima volta il cembalo in bocca a Liam non mi è parso credibile.
Può essere la seconda parte del concerto (quella con i pezzi) sia stata migliore, ma quello che si è visto è stato un disastro. Speriamo siano capaci di rivoluzionare questo patetico show.

Anonimo ha detto...

Ho letto la scaletta e devo dire che eccezion fatta per alcuni pezzi tipo SLIDE AWAY, non è che mi abbia esaltato più di tanto.

Io ho sentito solo uno stralcio di THE MASTERPLAN che, idea mia, non è uno dei loro pezzi migliori da suonare dal vivo. La trovo una di quelle canzoni da "teca sonora" che vanno ascoltate nella loro versione stutio e bòn. Inutile dire che mi ritrovo in quanto da te detto sul "ognuno per i fatti suoi": sentivo la fine della canzone e non capivo cosa stessero facendo.

Vabbè, speriamo siano in rodaggio e speriamo cambino la scalette.

Simone

Zonda ha detto...

Forse che si sono rotti il cazzo di suoanre sempre le solita canzoni? :)

onan ha detto...

zonda: non è questo il punto. Lyla, The Meaning Of Soul, Songbird dimostrano che c'è una forma di confidenza nei confronti di un passato che andrebbe rimossso. Di contro la scaletta dovrebbe avere la forza di essere struttarata su Dig Out Your Soul se solo credessero in questo disco e avessero la voglia di dare un'impronta a questo tour.
Ma pare invece non ci sia un minimo di questa volontà.

Anonimo ha detto...

inutile lamentarsi della scaletta, si sa che fa schifo e che non la cambiano mai.
comunque io ero là alla wembley arena per il concerto del giorno dopo ed è stato pazzesco. poi, che dire, magari il solo fatto di essere lì mi sconvolge completamente la percezione.
il concerto trasmesso da mtv non l'ho ancora visto, ma in giro leggo commenti di chi è stato a entrambe le date e dicono che la seconda sera è stata decisamente meglio. a sto punto, meno male che sono andata la seconda sera! :)

c

onan ha detto...

c.:conoscendo l'imprevedibile incostanza degli Oasis, questo tuo commento giunge assai confortante.