27 ottobre 2006

Cicli e ricicli

Non si chiameranno Black Sabbath perchè Ozzy (o meglio Sharon) Osbourne non glielo permetterà, ma Toni Iommi, Geezer Butler e Bill Ward sono di nuovo assieme a Ronnie James Dio. Ci sarà un tour estivo che li vedrà headliners in importanti festivals e anche un progetto discografico. Sotto che nome? Heaven and Hell. Come il titolo del primo album di questi Sabbath "mark II".
Un'operazione un po' imbarazzante è vero. Ma tutto sommato Heaven and Hell e Mob Rules erano stati due ottimi dischi.
Nel 1999 quando vidi a London Astoria i Sabbath con Ozzy piansi.
Non mi succederà più. Ma in tempi di Muse e My Chemical Romance davvero dovrei vergognarmi se mi capitasse di vederli con "l'elfo" (guardate come è ridicola la foto con lui sullo scalino) che inventò il simbolo delle corna?
Quasi quasi mi compro pure il dvd Live in Munich 1977 dei Rainbow.

2 commenti:

Giuno ha detto...

We sold our soul for rock'n'roll!!!!

luca ha detto...

Forse in questo caso semplicemente:

"We sold our soul..."